Progetto didattico “Io Studio con l’Autore”

Io studio con l’autore” è l’estensione diretta del progetto “A scuola con l’autore”. Sfruttando gli effetti positivi della lezione tenuta da un “Attore-Autore” (empatia, interesse, partecipazione, curiosità), si cercherà di accompagnare gli allievi lungo un percorso pieno di scoperte, studio, curiosità e divertimento, in modo da poter arrivare ad una messa in scena finale di un testo classico, adattato per l’esigenza, o di un testo inedito risultante dal lavoro della classe durante il percorso stesso.

Svolgimento base

Ci sarà un incontro iniziale con un autore scelto e, una volta smessi i panni dell’autore, il docente-attore proseguirà con una lezione teatrale dove spiegherà come ogni alunno può diventare un autore e come tutti assieme si può arrivare ad una rappresentazione fatta davanti ad un pubblico. Nei successivi incontri, si proseguirà in questa direzione attraverso esercizi e tecniche teatrali volte ad alimentare in ogni allievo le proprie potenzialità di espressione. La classe poi sarà divisa in piccoli Gruppi di Ricerca e ad ogni gruppo sarà assegnato un argomento specifico che dovrà essere sviluppato e studiato a fondo al fine di eseguire una mini-rappresentazione davanti alla classe.

Queste mini-rappresentazioni saranno poi unite registicamente dando corpo alla messa in scena finale.

Di seguito proponiamo una sintesi del percorso che la classe affronterà a seconda dell’argomento o Autore scelto.

PROGETTO ODISSEA - Adatto alle classi prima media e quinta elementare


Si partirà con un incontro con Omero che terrà una lezione sull’Odissea. Da qui l’attore, in parallelo con le lezioni del docente di lettere e sfruttando esercizi e tecniche teatrali, comincerà una serie di incontri basati sui momenti più importanti dell’Odissea: l’incontro di Ulisse con Nausicaa e con i Feaci, Polifemo, Circe, il viaggio all’Ade, le Sirene, Scilla e Cariddi, Calipso e il ritorno ad Itaca. Si formeranno dei Gruppi di Ricerca (ad ogni gruppo sarà assegnato uno o più eventi), che avranno il compito di studiare, raccogliere informazioni e dettagli in modo da ideare un possibile sviluppo drammaturgico della storia; ne risulterà una scena teatrale da mostrare alla classe. A questo punto, in accordo con il docente, l’attore sceglierà il percorso più adatto alla classe tra i due possibili; sviluppare le scene proposte per ideare una storia più ampia o sfruttare un testo già pronto. In entrambi i casi si arriverà alla messa in scena finale che sarà presentata ad un pubblico.

PROGETTO MITI GRECI. Adatto alle classi prima media e quinta elementare

Si comincia con un incontro con Tiresia che racconterà alcuni miti greci: Narciso, Edipo e la sfinge, Tiresia davanti a Zeus e Era. Successivamente potrebbe intervenire anche Omero che tiene una lezione sull’Odissea e i suoi miti. Da qui l’attore, in parallelo con le lezioni del docente di lettere e sfruttando esercizi e tecniche teatrali, comincerà una serie di incontri basati sui miti greci. Si formeranno dei Gruppi di Ricerca (ad ogni gruppo sarà assegnato un mito), che avranno il compito di studiare, raccogliere informazioni e dettagli in modo da ideare un possibile sviluppo drammaturgico della storia; ne risulterà una scena teatrale da mostrare alla classe. A questo punto le scene proposte saranno utilizzate per ideare una storia più ampia, un racconto che, sviluppato registicamente, diventerà la messa in scena finale che sarà presentata ad un pubblico.

PROGETTO DIVINA COMMEDIA. Adatto alle classi di seconda media

Dopo un incontro con Dante che racconterà la sua Divina Commedia e le tappe più importanti del suo viaggio all’inferno. Descriverà la vista delle tre fiere e l’incontro con il Maestro Virgilio, il “battibecco” con Caronte e la conversazione con la coppia più famosa dell’inferno dantesco: Paolo e Francesca. Da qui si passerà, in parallelo con le lezioni e in accordo con il docente di lettere ad analizzare, studiare e sviluppare scenicamente, alcuni tra i più importanti canti dell’opera. Si formeranno dei Gruppi di Ricerca (ad ogni gruppo sarà assegnato un canto), che avranno il compito di studiare, raccogliere informazioni e dettagli in modo da ideare un possibile sviluppo drammaturgico della storia; ne risulterà una scena teatrale da mostrare alla classe. A questo punto le scene proposte saranno utilizzate per ideare una storia più ampia, un racconto che, sviluppato registicamente, diventerà la messa in scena finale che sarà presentata ad un pubblico.

PROGETTO PROMESSI SPOSI. Adatto alle classi di terza media

Dopo un incontro con Manzoni che racconterà alcune parti dei Promessi Sposi, si passerà, in parallelo con le lezioni del docente di lettere e sfruttando esercizi e tecniche teatrali, ad analizzare studiare e sviluppare scenicamente diversi momenti tra i più importanti dell’opera. Si formeranno dei Gruppi di Ricerca che avranno il compito di studiare, raccogliere informazioni e dettagli in modo da ideare un possibile sviluppo drammaturgico della parte di storia a lor assegnata; ne risulterà una scena teatrale da mostrare alla classe. A questo punto le diverse scene proposte saranno sviluppate registicamente e andranno a formare la riduzione teatrale dei Promessi sposi che, diventerà la messa in scena finale presentata ad un pubblico.

PROGETTO SHAKESPEARE. Adatto a tutte le classi medie

Dopo un incontro con Shakespeare che tratterà uno dei suoi testi principali (Amleto, Romeo e Giulietta, Sogno di una notte di mezza estate o La tempesta), si comincerà, in parallelo con le lezioni del docente di lettere e sfruttando esercizi e tecniche teatrali, ad analizzare studiare e sviluppare scenicamente diversi momenti tra i più importanti dell’opera scelta. Si formeranno dei Gruppi di Ricerca che avranno il compito di studiare, raccogliere informazioni e dettagli in modo da ideare un possibile sviluppo drammaturgico della scena affidata; ne risulterà una scena teatrale da mostrare alla classe. A questo punto le scene proposte saranno utilizzate per sviluppare una riduzione registica del testo originale creando così la messa in scena finale che sarà presentata ad un pubblico.

PROGETTO SHOAH. Adatto a tutte le classi medie

Dopo un incontro con Lia levi che racconterà la sua esperienza diretta durante la seconda guerra mondiale e, tramite la sua opera “Una bambina e basta”, narrerà di ciò che ha visto in prima persona nel convento dov’è rimasta nascosta per lunghi mesi. Da qui l’attrice, in parallelo con le lezioni del docente di lettere e sfruttando esercizi e tecniche teatrali, comincerà una serie di incontri basati sul ricordo e sul racconto, focalizzando l’attenzione sulla Shoah e sulla giornata della memoria. Si formeranno dei Gruppi di Ricerca (ad ogni gruppo sarà assegnato un episodio della seconda guerra mondiale), che avranno il compito di studiare, raccogliere informazioni e dettagli in modo da ideare un possibile sviluppo drammaturgico della storia; ne risulterà una scena teatrale da mostrare alla classe. A questo punto le scene proposte saranno utilizzate per ideare una storia più ampia, un racconto che, sviluppato registicamente, diventerà la messa in scena finale che sarà presentata ad un pubblico.

Benefici

Gli incontri saranno improntati come se la classe fosse una vera e propria compagnia di teatro. Questo tipo di lavoro responsabilizza gli allievi, poiché viene loro richiesta fin da subito serietà e disciplina, in quanto il lavoro del singolo influenza in maniera sostanziale il lavoro del gruppo. Si lavorerà molto sulla comunicazione attraverso una serie di giochi ed esercizi che hanno il fine di liberare da inibizioni e reticenze, di controllare maggiormente il proprio corpo, di aiutare i più timidi ad esprimersi e i più vivaci a collaborare e a contenersi, sempre in funzione del gruppo.

Gli allievi prendono coscienza del fatto che ciascuno ha la capacità di inventare qualcosa di originale, ha potenzialità e possibilità inespresse di cui non sospetta l’esistenza. Inoltre la costante collaborazione tra il docente interno e l’esperto esterno garantiranno un’implementata capacità di coinvolgimento e di stimolo per ogni singolo alunno.

Svolgimento

I corsi possono avere una durata che varia dalle 30 alle 60 ore a in base alle necessità dell’istituto scolastico.

Le lezioni avranno una durata di 1 o 2 ore settimanali. È richiesto un minimo di dodici iscritti.

Download